Detrazioni Irpef per acquisto mobili e camerette: Bonus mobili

risparmiare con le detrazioniL’acquisto di arredi è stato inserito nelle detrazioni Irpef del 50% previste in caso di ristrutturazione. L’incentivo governativo sui mobili è fino al 31 dicembre di quest’anno, può esserne beneficiario chi ha sostenuto spese di ristrutturazione a partire da giugno 2012 e in 10 anni può detrarre il 50% fino a un tetto massimo di spesa fissato a 96 mila euro. L’imposta sul valore aggiunto ( Iva ) sui mobili resta al 21% salvo eventuali aumenti.

Il bonus mobili è di 10.000 euro, da intendersi come aggiuntivi al massimale di 96 mila euro sulle spese di ristrutturazione, il bonus è relativo ai mobili destinati ad arredare gli immobili ristrutturati.

 

Per la prima volta l’intero sistema arredo è inserito nell’incentivo, senza distinzione di categoria merceologica, per cui le camerette come tutti gli altri elementi di arredo possono essere detratti nell’ambito dell’incentivo.

Se l’abitazione non è interessata da una ristrutturazione non è possibile usufruire della detrazione fiscale Irpef sull’arredamento. Non è ancora stato stabilito se ci saranno incentivi relativi al 2014 per cui l’acquisto deve avvenire entro l’anno per poter inserire la cameretta nella detrazione Irpef.

Speriamo che questa segnalazione possa esservi di aiuto per risparmiare nell’acquisto della vostra camera usufruendo dell’incentivo, vi segnaliamo un approfondimento sul sito della FederLegnoArredo.

L’acquisto di mobili soggetti alla detrazione è possibile in tutti i negozi di arredamento e falegnamerie, senza nessuna distinzione. Se volete potete dare un’occhiata a dove si trovano i nostri centri camerette.

I commenti sono chiusi.